Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Anno della Cultura bielorussa in Sardegna: oggi la Filarmonica di Brest in concerto all’Auditorium c

Fonte: Vistanet Cagliari
9 gennaio 2017

Anno della Cultura bielorussa in Sardegna: oggi la Filarmonica di Brest in concerto all’Auditorium comunale


Il 2017 è l'anno della Cultura bielorussa in Sardegna e sono tanti gli eventi in programma per festeggiare i 25 anni dell'instaurazione dei rapporti diplomatici fra Italia e Bielorussia e i 25 anni dell’accoglienza dei bambini bielorussi da parte di migliaia di famiglie sarde nell’ambito del progetto Chernobyl.

Nel corso di tutto l’anno, una serie di iniziative si realizzerà grazie alle sinergie di numerosi sodalizi isolani, con l’Alto Patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica Belarus in Italia.

Questo pomeriggio alle 15:30, gli artisti della Filarmonica di Brest a Cagliari - allieteranno il pubblico con il Grande Concerto per il Natale Ortodosso presso l'Auditorium Comunale, un evento inserito nell’ambito delle iniziative previste all’interno del Progetto “Conoscere per sostenersi insieme” dell’Associazione Cittadini del Mondo Onlus – Biblioteca “Rodnoe Slovo”.

Nei paesi di tradizione cristiano ortodossa e greco cattolica dove la liturgia segue il vecchio Calendario Giuliano, infatti, il Natale arriva il 7 Gennaio.

Quella di domenica sarà una occasione per la comunità immigrata russofona per festeggiare il Natale Ortodosso e per i sardi amanti della buona musica di apprezzare la maestria degli artisti bielorussi e conoscere le tradizioni culturali dell’Europa orientale.

Ad esibirsi durante la serata Jeanne Verso, voce solista, soprano, brillante vocalista di grande professionalità e talento, Andrei Kirilovich, primo violino dell’Orchestra da camera di Brest, Elena Firsova, (salterio) al salterio, uno strumento musicale a corde, di origini molto antiche che nella tradizione slava viene suonato percuotendo le corde con bacchette di legno duro e Igor Ivaniuk, fisarmonicista di talento della Filarmonica di Brest.

Gli artisti regaleranno un concerto che racchiuderà pezzi di diversi stili e generi: canzoni popolari dei paesi slavi, pezzi della tradizione classica con rivisitazione moderna, capolavori immortali dei grandi compositori classici russi e dell’occidente, brani di autori contemporanei e del passato.