Rassegna Stampa

Web Ad Maiora Media

CAGLIARI, In Consiglio comunale l’opposizione chiede maggiore sicurezza stradale

Fonte: Web Ad Maiora Media
28 dicembre 2016


 

 

Il recente omicidio stradale avvenuto nella via Toti a Pirri ha riportato il tema della sicurezza stradale al centro del dibattito nell’ultima seduta annuale del Consiglio Comunale di Cagliari.


Loredana Lai (Popolari e Azzurri di Cagliari) ha presentato un’interrogazione all’assessore alla mobilità, nonché vicesindaco, Luisa Anna Marras domandando quali soluzioni saranno adottati dalla Giunta per “integrare il bisogno di mobilità degli automobilisti con il diritto dei pedoni di sentirsi sicuri nell’attraversare anche quelle strade che stanno diventando sempre più pericolose”.


“Abbiamo un problema – ha ammesso l’assessore Marras  – la Giunta sta cercando di comprendere quali soluzioni mettere in campo per la sicurezza dei cittadini”. L’obiettivo è quello di “disporre delle somme del bilancio 2017” proprio per migliorare la sicurezza dei pedoni, magari “sopraelevando le strisce rispetto al manto stradale, creando degli attraversamenti pedonali rialzati”,  soluzione che altrove in Italia ha dato buoni risultati. Ogni soluzione, però, risulterebbe inutile, se prima non viene avviata una campagna di sensibilizzazione sui pericoli legati all’alta velocità: “Rivolgo il mio appello a tutti gli automobilisti, perché utilizzino la giusta attenzione e moderino la velocità dei veicoli in città e soprattutto in prossimità degli attraversamenti pedonali”.

Ha polemizzato con la Giunta, il consigliere di #Cagliari16, Pierluigi Mannino: “Nella passata Amministrazione proposi in questo Consiglio l’adozione delle strisce pedonali rialzate, mi è stato risposto che erano pericolose. È cambiato qualcosa da allora?”. Mentre Alessio Mereu, capogruppo di Fratelli d’Italia, ha denunciato il cattivo stato dei marciapiedi ed il manto stradale in alcune vie, chiedendo che la Global Service, azienda che si occupa di manutenzione stradale, intervenga per sanare una situazione a cui avrebbe dovuto porre rimedio già un anno fa a seguito delle sollecitazioni avvenute anche in Consiglio comunale, invece ancora insolute: “Quindici milioni di euro (tanto il costo annuale che il Comune dispensa alla Global Service) e non si riesce neppure ad eliminare qualche buca”. (red)

(admaioramedia.it)