Rassegna Stampa

L'Unione Sarda

I tre punti deboli del lungomare: «Rifiuti, parcheggi e trasporti»

Fonte: L'Unione Sarda
1 dicembre 2016

POETTO. Faccia a faccia in Municipio tra Zedda e i gestori dei chioschi sulla spiaggia

 

 

 

Isole ecologiche, macchine elettriche, bus e parcheggi. Faccia a faccia ieri sera ieri sera tra il sindaco Massimo Zedda, la sua vice Luisa Anna Marras, l'assessora Francesca Ghirra e i dirigenti dei vari settori con i concessionari della attività sul lungomare Poetto. Un vertice tecnico politico durante il quale i gestori dei chioschi hanno illustrato le criticità riscontrate nella scorsa stagione. Problemi veniali, precisano gli imprenditori, che però vanno risolti per aumentare le potenzialità della spiaggia e renderla ancora più funzionale.
IL VERTICE Le difficoltà elencate dai concessionari del Poetto non sono una novità per il sindaco e la sua Giunta. Già la primavera scorsa erano stati discusse alcune pecche. Di comune accordo, vista l'imminente stagione estiva, gestori e amministrazione avevano deciso di approfondire l'argomento in un periodo più calmo. «Le criticità più importanti sono quelle legate ai rifiuti», precisa Gigi Molinari (della Fiba Confesercenti). «La scorsa estate noi gestori dei chioschi siamo stati costretti a lunghe camminate alla ricerca dei cassonetti». Per i commercianti la soluzione è semplice. «Abbiamo proposto al sindaco la creazione di isole ecologiche autogestite. In pratica spazi per il conferimento collegati, e riservati, a più concessionari. Ovviamente - precisa Molinari - dovranno essere realizzate con granito e materiali ecologici». Problemi anche per il ritiro. «I camion passavano in momenti improbabili. Le 13 non sono certo un orario compatibile con le esigenze di una spiaggia affollata di bagnanti. Sarebbe più opportuno effettuare il ritiro durante la notte o all'alba».
POCHI PULLMAN I gestori delle attività commerciali del Poetto hanno evidenziato che alcune zone del lungomare sono scarsamente servite dai mezzi pubblici. «Il sindaco ci ha informato che il Ctm ha in progetto l'acquisto di auto elettriche per far la spola tra Marina Piccola e oltre l'Ospedale Marino, una zona dove i bus non arrivano», afferma Molinari. Una soluzione per l'estate prossima? «La volontà c'è, rimane l'ostacolo dei tempi burocratici e dei paletti rigidi imposti dai capitolati di gara». In pratica con l'arrivo delle auto ecologiche, simili a quelle utilizzate nei campi da gol, gli automobilisti possono parcheggiare in apposite aree riservate e attrezzate e poi proseguire, a gruppi di dieci, nel punto di spiaggia preferito a bordo dei mezzi elettrici del Ctm».
LE VARIANTI In due ore di discussione sindaco, assessori e gestori dei chioschi hanno affrontato anche problemi relativi alle strutture. «Abbiamo chiesto varianti non sostanziali per i chioschi», aggiunge Molinari. «Piccole modifiche per rendere più operative e più facilmente gestibili le strutture sul lungomare».
IL SINDACO «Era importante fare il punto al termine della stagione in cui il nuovo Lungomare del Poetto ha espresso in pieno le proprie potenzialità», dice il sindaco Massimo Zedda. «È uno dei luoghi simbolo della città. Rispondendo alle richieste dei gestori dei chioschi continueremo, insieme a loro, a renderlo sempre più bello e funzionale per i cagliaritani e per i turisti».
Andrea Artizzu

Filtra per data

Dicembre
1
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31