Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Fra turismo, commercio e cultura. Marzia Cilloccu, l’assessore che pensa in grande per la sua città

Fonte: Vistanet Cagliari
13 ottobre 2016

Fra turismo, commercio e cultura. Marzia Cilloccu, l’assessore che pensa in grande per la sua città

 
12 ottobre 2016 8:26 Federica Landis  153
Educata dal nonno, il celebre mobiliere Marino Cao, alla bellezza e al rispetto dei luoghi e della cultura, Marzia Cilloccu si racconta fra storia familiare e nuove prospettive per Cagliari.

La nuova assessora alle Attività Produttive, Turismo e Politiche delle pari opportunità del Comune di Cagliari, Marzia Cilloccu sa bene che per amministrare un comune sono necessarie competenze e una buona dose di lungimiranza.

Studia a Cagliari, diplomandosi al Liceo Scientifico Michelangelo, e frequenta poi lo IED (Istituto Europeo di Design), diventando architetto di interni.Lavora da subito nell’azienda di famiglia, l’Arredarte Marino Cao, della quale è il Direttore tecnico fino al 1999, anno in cui l’azienda chiude. Lavora in un ambiente prettamente maschile, accanto ad operai e tecnici, e riesce a portare avanti il lavoro e la filosofia aziendale ereditata dal nonno materno. Con la chiusura dell’azienda, ritorna sui libri e si specializza nel settore delle pietre preziose e dell’oreficeria. Una scelta legata questa volta alla tradizione della parte paterna della sua famiglia, quella del nonno Teodoro Cillocu, gioielliere e maestro filigranista cagliaritano.

Quelle per l’arte, per l’artigianato e per la cultura soprattuttosardasono passioni che lei coltiva sin da piccola, trasmesselein particolare dal nonno Cao. A 18 anni visita il suo primo salone del mobile e da lì iniziano i primi viaggi. Con la madre viaggia per l’Europa per vistare i saloni del mobile, quelli dell’antiquariato inglese, francese, italiano; visita le esposizioni nelle quali cerca ispirazione, riempendo i suoi occhi di innovazione e di bellezza. Poi gli eventi mondani, i fuori salone. Tutte esperienze, queste che le hanno permesso di aprirsi al mondo, riportando ogni volta questi spunti nella sua terra.

Sportiva sin da piccola, ha praticato la pallavolo e la pallamano e la danza moderna, che pratica ancora oggi. «L’arte e lo sport aprono ed educano la mente, distogliendola da altre cose non sane – spiega l’assessora -. Questo è quello che ho sempre cercato di trasmettere ai miei figli e devo dire che sino ad ora hanno condiviso questa mia visione».

Alle scorse elezioni comunali viene eletta e poi nominata assessora. Nei settori che competono al suo assessorato ha le idee chiare: turismo culturale e sportivo e turismo sostenibile. Poi c’è il turismo crocieristico, settore nel quale Cagliari sta crescendo negli ultimi tempi. «La nostra è una meta appetibile e i numeri di questi anni lo dimostrano – rivela Marzia Cilloccu -. Come amministrazione dobbiamo migliorare tutti i servizi offerti alle imprese che vogliono lavorare in questo settore; dobbiamo fare in modo che i turisti si ricordino di noi e lavorare per farli ritornare».

La crisi del commercio in città è una delle questioni delle quali si sta occupando: « I commercianti, gli imprenditori devono imparare – alcuni già lo fanno – a fare squadra. L’amministrazione – sostiene l’assessora – può favorire questo dialogo e avere dei referenti in diversi settori per far emergere le esigenze e le vie di miglioramento». Un tema che affronterà a breve sarà, infine, quello dei mercati civici, perché è ormai evidente quanto sia necessaria una loro riqualificazione (a Santa Chiara è stata già fatta). «Stiamo pensando, ad esempio, di creare dei veri e propri spazi per la degustazione dei prodotti locali – racconta Marzia Cilloccu – per rafforzare il ruolo dei mercati come centri di commercio urbano, rivolti alla popolazione locale e ai turisti. Sappiamo che il potenziale è alto e che non viene però adeguatamente sfruttato».