Rassegna Stampa

La Nuova Sardegna

Ellade Bandini, batteria d’autore

Fonte: La Nuova Sardegna
20 marzo 2012



Il musicista, collaboratore storico di De André e Guccini, alla Vetreria



Con l’attrice sassarese Elena Pau nel recital «La canzone intelligente» racconteranno la scena italiana

WALTER PORCEDDA

CAGLIARI. È un musicista di tempra straordinaria e di bella verve creativa come il batterista Ellade Bandini il protagonista di una due giorni allestita dalla Fabbrica Illuminata che lo vedrà al centro di un’originale produzione di teatro e musica. Si tratta de «La canzone intelligente», spettacolo alla maniera del recital tra cabaret teatrale e perfomance che vede in scena - domenica alle 21 alla Vetreria - l’attrice sassarese Elena Pau ad interpretare un ampio repertorio fatto di canzoni di scena, tratte da allestimenti famosi, ma anche canzoni d’autore e canti tutti italiani, tranne l’intensa «Gracias a la vida» di Violeta Parra, piccolo cammeo dell’attrice che questo lavoro l’ha nutrito e fatto crescere nel corso di due anni di repliche e prove fino a trasformarlo in un’opera che è un omaggio al teatro e alla musica italiana.
«La canzone intelligente» infatti nata inizialmente come un semplice duo, vedeva sul palco l’attrice e cantante con il valente chitarrista Roberto Deidda (che firma anche la direzione musicale). A poco a poco si sono aggiunti all’ensemble anche il violinista Diego Deiana e il contrabbassista Alessandro Atzori. Inevitabile l’esigenza, nel crescere, di andare più a fondo nella storia musicale recente del panorama italiano per darne dal vivo sul palcoscenico uno spaccato più credibile e, allo stesso tempo, anche più ampio.
E chi se non Bandini poteva essere il migliore testimone protagonista di diversi decenni della musica italiana vissuti sempre in prima fila. Sideman e collaboratore di cantautori e interpreti. A cominciare dal grande Fabrizio De Andrè a Francesco Guccini e la strepitosa Mina. Musicista di enciclopedica conoscenza, raffinato cultore di suoni e musiche popolari, Ellade Bandini viene da una lunga gavetta fatta di concerti in balere e locali dove giovanissimo girava l’Italia suonando con piccole e grandi orchestre.
Fu proprio nell’ensemble diretto dal maestro Ugo Orsatti che Bandini incontrò il bassista Ares Tavolazzi con il quale si troverà a suonare assieme nel gruppo beat di Carmen Villani.
In questa epoca conosce anche il maestro Vince Tempera che lo introduce presto nell’ambiente discografico nazionale dove ben presto si fa un nome come prestigioso turnista.
Da lì inizia una lunga carriera (con la bellezza di oltre ottocento album registrati in studio) come protagonista di album e tour di artisti che hanno segnato la storia della musica italiana. Ellade Bandini sabato dalle 15 alle 18 al Jazzlounge Jambalaya di via Cesare 8 a Monserrato terrà una masterclass sulla batteria d’autore.