Rassegna Stampa

L'Unione Sarda

Al Nautic Show passione per il mare e qualche affare

Fonte: L'Unione Sarda
12 aprile 2010

Inaugurata l'11ª edizione

L'ammiraglia è un maxi yacht a vela di 24 metri. La più piccola una canoa monoposto lunga poco più di 2 metri. Tra i due estremi, ci sono motor yacht, gommoni, tender, una vela latina in legno, un pattìno, una vasca a idromassaggio di due metri per due. La passione per il mare è declinata, nelle sue mille forme, all'11° Nautic Show Sardinia, che da ieri e fino al 18 accoglie i visitatori al porto. Con un pontile nuovo di zecca in più. «Un evento in crescita, che valorizza il nostro fronte mare, fiore all'occhiello della città», ha detto il sindaco Emilio Floris durante la passeggiata con organizzatori e autorità - in prima fila il presidente della Provincia Graziano Milia, l'assessore provinciale al Turismo Gianni Comandini, Gerald Talarico, fresco comandante di Marisardegna - tra i 60 stand e i duecento pezzi a vela e motore.
I VISITATORI A ondate e fino a tarda sera, i cagliaritani hanno risposto al richiamo di gazebo, musica e bandiere al vento. Se sarà stata una fiera fruttuosa, lo si scoprirà solo alla fine. «Intanto, è necessario investire ed esporre: solo chi tocca il prodotto con mano, matura l'idea di acquistarlo». Gervasio Madeddu, titolare del Cns Sardegna, ha portato da Alghero dieci unità a motore. «Un grosso sforzo», ha ammesso, «alcuni contatti importanti si sono concretizzati dopo la fiera, ripagandoci del sacrificio».
LE BARCHE Piazzare al primo colpo uno scafo a cinque zeri equivale a un'impresa. Più facile vendere i gommoni, perché costano meno e incontrano il gusto «grazie alla velocità, alla facilità di conduzione e di manutenzione, minori rispetto a una barca a vela», ha precisato Stefano Monari della Cortis, «il salone in pieno centro cittadino è una vetrina imperdibile e, soprattutto nei weekend, capita spesso di fare affari».
LE INIZIATIVE Al Nautic Show Sardinia la cultura del mare non è solo un dare e avere. È anche escursione di prova in barca a vela, la gara di nodi per bambini, una chiacchierata tecnica con istruttori di vela in vista di un futuro corso. Ed eventi collaterali: all'alba di oggi, scatterà il primo trofeo di pesca a bolentino. In tarda mattinata è previsto l'arrivo dei venti equipaggi, nel primo pomeriggio la pesa e la premiazione. Alle 17, due mini conferenze sull'ancoraggio e le tecniche di traina di fondo. Sempre alle ore 17, nello stand dello Yacht Club Quartu, il navigatore turco Ozkan Gulkaynak racconterà, tra parole e fotografie, i tre anni in solitario intorno al mondo sulla sua imbarcazione in legno di otto metri Kayitsiz III.
CLARA MULAS

11/04/2010