Eventi

Un primo passo verso l'apertura dell'Anfiteatro di Cagliari

Autore: Giuseppe Amisani,
12 ottobre 2012, 13:40
Presentato l'avanzamento dei lavori e la possibilità di visitare parzialmente il monumento.

Documenti Allegati

Domani, sabato 12 ottobre, a partire dalla 11 e fino al tramonto, sarà possibile, gratuitamente e a piccoli gruppi, visitare la parte dell'Anfiteatro Romano che è stata liberata dalle strutture lignee che la ricoprivano.

La notizia è stata data questa mattina nella conferenza stampa convocata dal Sindaco di Cagliari Massimo Zedda, nel corso della quale il primo cittadino, affiancato dagli Assessori ai Lavori Pubblici, Luisa Anna Marras e alla Cultura, Enrica Puggioni, ha illustrato lo stato di avanzamento dei lavori del primo lotto.

“Abbiamo proceduto a liberare la struttura iniziando dal palco e dalla platea per dare un po' di respiro al monumento. Si procederà per gradi ma intanto vogliamo dare un primo assaggio ai cittadini in modo che possano vedere l'Anfiteatro libero dalle strutture in legno. Questo è un monumento e come tale deve essere trattato. Successivamente si procederà ad una eventuale nuova collocazione, previo ottenimento di tutte le necessarie autorizzazioni, di un palco che consenta agli spettatori di vedere il monumento. Prima chi entrava all'Anfiteatro vedeva solo il palco e invece a fruire dello spettacolo della struttura era il cantante che ci stava sopra. Noi vogliamo spostare il palco lateralmente in modo che, con una platea appositamente realizzata, gli spettatori possano avere una piena visione dell'Anfiteatro da una parte mentre dall'altra avranno il panorama del Golfo di Cagliari”.

Un progetto di recupero archeologico ma anche una inclusione in una fase successiva a carattere non solo culturale perché potranno essere riproposti gli spettacoli come si faceva prima, ma con una differente location. Il tutto per evitare che un monumento così prezioso per la città subisca ulteriori danni.

“Abbiamo trovato una struttura sofferente – ha confermato l'Assessore Marras – che ha bisogno per il momento di prendere aria e luce, poi si passerà ad una successiva valorizzazione. Per il momento ci siamo limitati ad intervenire nelle zone più critiche e poi si passerà a smontare gli anelli con il primo che, in parte, è già stato liberato”.
Un'operazione che ha coinvolto più assessorati essendo l'oggetto dell'intervento molto prezioso per Cagliari sia sotto il punto di vista della struttura che da quello del possibile utilizzo. “L'Anfiteatro – ha precisato Enrica Puggioni – sarà inserito in un progetto più ampio che abbraccerà varie strutture di interesse storico di quella zona. Stiamo lavorando con il Ministero per i Beni Culturali e con altre istituzioni affinché si possa concretizzare un progetto più ampio di valorizzazione e utilizzo di tutte le attrazioni culturali che la città offre”.

Presente alla conferenza stampa anche il Soprintendente ai Beni Culturali Marco Minoja che ha apprezzato quanto fatto dal Comune di Cagliari. “Per noi – ha spiegato Minoja – quella dell'Anfiteatro è stata una vera e propria battaglia e ora non possiamo che essere soddisfatti nel vedere che il monumento sia sulla strada verso una nuova disponibilità per la città”.

Non è stato ancora inserito nessun commento. Vuoi essere il primo?

Inserisci un commento

Devi effettuare il Log-in o Registrarti per poter commentare